Sul palco
Home / Senza categoria / Kuadra, recensione: Non Avrai altro Dio all’Infuori di Te

Kuadra, recensione: Non Avrai altro Dio all’Infuori di Te

Share Button

Copertina Non avrai altro DIO all'infuori di teBAND: Kuadra

ALBUM: Non Avrai Altro Dio All’Infuori Di Te

ANNO: 2016

DOVE LI TROVI: facebook

I Kuadra non sono un gruppo come gli altri, sono un unicum in continua evoluzione. Nati a Vigevano nel 2006 come gruppo alternativo ma soprattutto di rapcore, esordiscono nel 2007 con un ep chiamato “ Tutto Kuadra “, principalmente basato sulla forma del nu metal. Nell’ottobre del 2010 esce sotto SG Recrods il primo disco sulla lunga distanza “ Kuadra “. Da quel momento il gruppo riscuote un interesse sempre maggiore, e nel 2012 gira un documentario dal titolo programmatico “ E’ Solo L’Inizio “. Nel 2013 è l’anno del secondo disco “ Il Bene Viene Per Nuocere “, che comincia a vedere un’interessante evoluzione musicale che conduce direttamente a questo concept album che abbiamo fra le mani.

Registrato e mixato al Trai Studio di Inzago e masterizzato da un certo Magnus Lindberg dei Cult Of Luna che da un tocco superiore al tutto, specialmente alle chitarre ed all’atmosfera generale, questo disco è un’opera ambiziosa e ben concepita sulla natura umana, sui nostri tempi maledetti e su tanto altro.

Non vi è un genere ben preciso, poiché l’importante è l’atmosfera in generale, e la musica cupa e severa seppur minimale accompagna testi davvero inusuali ed interessanti. I Kuadra sono la giusta ed attuale evoluzione di gruppi come i Csi o come altri gruppi alternativi italiani, nella loro musica ci sono elementi assolutamente originali e particolari che fanno di questo disco un raro gioiello. I Kuadra fanno una vera ricerca filosofica ed antropologica, a partire dalla copertina che è già programmatica. Si parla dell’uomo, delle sue manie, delle sue basse origini e dei suoi più bassi desideri, il tutto con una musica che porta lontano le parole, grazie ad una composizione ben studiata e molto particolare. I Kuadra non fanno e non suonano cose ovvie, cercano sempre la risposta più giusta anche se essa è permeata di ostacoli e difficoltà.

I Kuadra ci scavano dentro, antiche litanie moderne e tanto disordine da nessun caos.

Massimo Argo

Share Button
Scroll To Top

Get Widget