Sul palco
Home / Recensioni / Ritual of Souls, recensione EP: No Way Out
Ritual of Souls, recensione EP: No Way Out

Ritual of Souls, recensione EP: No Way Out

Share Button

rosBAND: Ritual Of Souls

ALBUM: No Way Out (EP)

ANNO: 2016

DOVE LI TROVI: facebook

Nati nel 2007 questo gruppo abruzzese arriva finalmente all’esordio discografico con questo ep. Nel 2009 pubblicarono la loro prima demo omonima, infine la loro formazione si è stabilizzata solo nel 2015, cosa che gli ha permesso di incidere questo ep. Sarebbe stato un peccato perdersi ciò che da questo gruppo, perché questo ep è potente assai. Ispirati dai sacri rumori del nu metal degli anni novanta e duemila, i nostri hanno fatto loro la lezione di Mudvayne, Slipknot e del nu metal più influenzato dal metal e hanno un bel suono carico, ribassato e picchiatore. I Ritual Of Souls rielaborano a modo loro una musica che è ormai patrimonio del metal universale, e la rielaborano molto bene. La doppia cassa compie parecchie evoluzioni, la voce del cantante Mirko Marcattili non lascia tregua all’ascoltatore, e tutto il resto del gruppo compie un ottimo lavoro.
Certamente sono stati influenzati dai problemi di formazione, ma come in tutti i gruppi che lo fanno per passione e diletto la vita reale viene prima, e con essa tante difficoltà. Se fossero stati professionisti sicuramente avrebbero già sfornato tre quattro opere di altro livello, ma questo ep è una bella dichiarazione di guerra. Il loro suono cresce e si espande, trovando dilatazioni metalliche e graffianti temi numetal e metalcore, ma soprattutto qui troviamo una grande furia.
Spero vivamente di recensire quanto prima un’uscita su lunga distanza.

Share Button
Scroll To Top

Get Widget