Sul palco
Home / Nuws / Interview / The Scunned Guests: welcome to… “Le Scimmie Urbane”!

The Scunned Guests: welcome to… “Le Scimmie Urbane”!

Share Button

comunicati_2998Welcome to the jungle verrebbe da dire alla lettura e interpretazione del titolo dell’album di debutto degli The Scunned Guests, ed è proprio quello che vuole farci capire la band sassarese. Una giungla dove prevalica più l’istinto e l’omologazione che la riflessione…

Noi della Numetalzine li abbiamo intervistati per capire più a fondo cosa c’è dentro l’album e nella loro musica.

Le Scimmie Urbane” sono “un invito a guardarsi dentro, correggere le nostre debolezze ed ossessioni, aprire gli occhi e non adeguarsi ad essere maschere impalpabili interpreti di un progetto di omologazione di cervelli, il quale ci vorrebbe come automi in fila ad omaggiare l’unico Dio del quale si può avere una certa esperienza, il danaro…

NZ: Tre aggettivi per descrivere la vostra musica.

TSG:DIRETTA, LURIDA, VIZIATA

NZ: Influenze musicali.

TSG:GRUNGE, ALTERNATIVE, METAL

NZ: Siete al vostro debutto con “Le Scimmie Urbane” che riscontri state ricevendo e parlate un po’ di come è nato questo album.

TSG:LE PRIME RECENSIONI DELL’ALBUM SONO PIUTTOSTO POSITIVE, COME POSITIVO RISULTA L’INTERESSE MOSTRATO DA RADIO E RIVISTE E IL RISCONTRO OTTENUTO DAGLI ASCOLTI IN RETE. L’ALBUM È LA NATURALE CONSEGUENZA DI UN LAVORO INIZIATO CIRCA DUE ANNI FA E CULMINATO NELLA REGISTRAZIONE DELLO STESSO NEL FEBBRAIO DEL 2013. QUESTO NASCE PRINCIPALMENTE DALL’ESSERE RIUSCITI A METTERE IN MUSICA LA NOSTRA INSOFFERENZA NEI CONFRONTI DI QUESTA OSCURA SOCIETÀ CHE CI RABBUIA LE GIORNATE MOSTRANDOCI MODELLI DI VITA A CUI UNIFORMARCI PER NON ESSERE EMARGINATI. ALLO STESSO TEMPO È UN INVITO A CERCARE UNA VIA D’USCITA PER RIPRENDERCI LA NOSTRA IDENTITÀ.

NZ: L’album parla dell’evoluzione/involuzione dell’uomo e visto che siamo in ambito cosa secondo voi si sta perdendo nella musica con l’evoluzione tecnologica e che effetti positivi invece ha portato il progresso.

TSG:NEL NOSTRO ALBUM ABBIAMO USATO L’ELETTRONICA PER ENFATIZZARE ALCUNE PARTI, MISCHIANDOLA CON IL NOSTRO SUONO CHE DI CONTRASTO RISULTA PIÙ DURO, E IN SOSTANZA QUESTO È ANCHE CIÒ CHE RITENIAMO COME L’APPORTO POSITIVO CHE LA TECNOLOGIA PUÒ OFFRIRE ALLA MUSICA IN GENERE. CIÒ CHE CONTA È NON FARE DELL’ELETTRONICA UN FINE PIUTTOSTO CHE UN MEZZO.

NZ: Il vostro primo singolo “Sogno E Son Desto” è il vostro primo singolo, c’è l’idea di farci anche un video e come vorreste che sia questo video. Avete già qualche idea che ci volete svelare.

TSG:L’UNICA COSA CHE POSSIAMO SVELARE IN QUESTA FASE IN CUI IL VIDEO È PRATICAMENTE PRONTO, È CHE ABBIAMO SCELTO DI AMBIENTARLO A SASSARI, LA NOSTRA CITTÀ. DI PIÙ RIMANDIAMO A VEDERLO APPENA USCIRÀ.

NZ: Domanda d’obbligo per una band sarda: quali sono le difficoltà che si incontrano più spesso in Sardegna per una band e cosa si potrebbe fare per superare queste barriere che spesso e volentieri in più ambiti ostacolano.

TSG:IL PROBLEMA PIÙ GROSSO È AVERE VISIBILITÀ IN “CONTINENTE” IN QUANTO ABBIAMO L’ENORME DIFFICOLTÀ NEI TRASPORTI CHE NON CI CONSENTE DI POTER RAGGIUNGERE LA PENISOLA SENZA DOVER AFFRONTARE DEI COSTI PROIBITIVI. NONOSTANTE LA NOSTRA SIA UN’EPOCA DOMINATA DA UN USO A VOLTE PURTROPPO DISTORTO DEI SOCIAL NETWORK, QUESTI STESSI CI PERMETTONO DI AVERE UNA CERTA VISIBILITÀ E IN TEMPI ABBASTANZA BREVI, COSA CHE PER NOI SAREBBE STATA IMPOSSIBILE ALTRIMENTI.

[soundcloud url="https://api.soundcloud.com/tracks/145293610" params="color=ff5500" width="100%" height="166" iframe="true" /]
Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top

Get Widget