Sul palco
Home / Nuws / Interview / XNOISE, rumore? E’ l’Italia che non investe nella cultura…

XNOISE, rumore? E’ l’Italia che non investe nella cultura…

Share Button

band

Provenienti da diversi background musicali, i ragusani XNoise si trovano di fronte ad un’antinomia associata alla scelta del nome. Noise come il rumore al quale viene paragonato un certo tipo di musica e X-Noise, il programma di musica che elimina il rumore.

Chi la spunterà?

Di seguito l’intervista alla band.

NZ: TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE LA VOSTRA MUSICA.

3000:  Dinamica, riflessiva e moderna. Dinamica perché il nostro obbiettivo è quello di mantenere “vivo” l’ interesse dell’ ascoltatore cercando di inchiodarlo ad ogni singolo brano con piccoli escamotage quali cambi di tempo, stop, passaggi tra parti calme a riff prepotenti, il tutto condito dai continui scambi vocali tra i due cantanti (ognuno dei quali ha uno stile ben definito che lo identifica all’ interno dei pezzi, visto che uno è un cantante e l’ altro è un rapper). Riflessiva perché i nostri testi (spesso personali o di natura sociale) hanno la stessa importanza che possano avere gli altri strumenti. Moderna perché siamo sempre attenti alle tendenze e a come si evolve il nostro genere musicale nel resto del mondo (non guardiamo solo l’ America). Essendo un genere ibrido, e questo è un nostro vanto, siamo liberi di sperimentare sempre nuove sonorità e nuove idee. Spesso le idee infatti arrivano anche (e soprattutto) dall’ ascolto di generi musicali diversi dal nostro, idee che poi facciamo nostre e le riproponiamo nel nostro modo e dal nostro punto di vista musicale.

NZ: INFLUENZE MUSICALI.

Ecco, questa è la domanda a cui non sappiamo mai rispondere. Ognuno di noi sette esce da un genere musicale diverso. Il background musicale di ognuno di noi vanta ascolti che vanno dalla musica classica al deathcore, dal blues alla dubstep. Il nostro sound si trova infatti ad un sottilissimo equilibrio tra tanti generi musicali differenti, per questo ogni nostra singola canzone è diversa dalla precedente.  Mantenere quell’ equilibrio è molto complicato anche per noi, perché ogni canzone ha una componente più o meno forte di un determinato genere (in base a come è stata costruita), anche se in realtà comunque cerchiamo volutamente di fare sempre qualcosa di diverso, non amiamo ripeterci.

NZ: UN EP QUASI UN ANNO FA E IN STUDIO A MARZO/APRILE 2014, COME VI STATE PREPARANDO, AVETE GIA’ QUALCHE ANTICIPAZIONE INTERESSANTE DA DARCI.VOI STESSI AVETE DETTO CHE DATO IL CAMBIO DI FORMAZIONE CI SARANNO MODIFICHE ANCHE NEL SOUND.

Il gruppo è nato nel settembre del 2011 e da allora sono cambiate molte cose. I continui cambi di line-up hanno rallentato la band e cambiare componenti, inevitabilmente, cambia il modo di vedere le cose, cambia le influenze e di conseguenza cambia anche il prodotto finale.

Abbiamo pubblicato il nostro EP dopo ben due anni, non tanto per la necessità di farci conoscere ma per chiudere un capitolo della nostra vita come band. Già da tempo volevamo apportare delle modifiche importanti alla struttura del nostro gruppo e prima di farlo volevamo lasciare una traccia a noi stessi di quello che avevamo fatto fino a quel momento. Abbiamo addirittura del materiale risalente al 2012 ma non l’ abbiamo mai pubblicato.

Nel 2013 dopo la pubblicazione della demo il gruppo ha finalmente trovato gli elementi che di fatto, nonostante siano entrati da poco nella famiglia, stanno caratterizzando la nostra band.

Pochi gruppi possono vantare tra le proprie fila due cantanti (Giuseppe Costante e Malcom Campbell), due chitarristi (Giuseppe Puglisi e Simone Brullo), un bassista (Gianni Li Rosi), un batterista (Gianniandrea Occhipinti) ed un dj (Gaetano Noto).

Attualmente stiamo lavorando alla pre-produzione del nostro debut album ed i nuovi membri si stanno integrando al meglio trovando i propri spazzi all’ interno dei brani da noi composti. Da dicembre a febbraio sono previsti dei live in tutta la nostra regione, la Sicilia. A novembre invece registreremo quattro clip live in studio , dove presenteremo i brani del nostro EP “Headshot” rivisitati nella nuova chiave (più dura, più elettronica e a due voci) più una delle nostre ultime composizioni. Per quanto riguarda l’ aspetto tecnico, la pre-produzione è mirata nel giostrare al meglio il lavoro di tutti i sette elementi in modo da far spiccare tutti e presentando al meglio ogni canzone.

Un altro traguardo che siamo riusciti a raggiungere è stato quello di creare un disco molto flessibile. Spaziamo davvero molto all’ interno del cd ed abbiamo pezzi core ma anche pezzi acustici.

Siamo davvero soddisfatti del risultato e non vediamo l’ ora di registrare il cd. I nuovi elementi hanno colmato poi quei piccoli difetti che il gruppo aveva (per dirne una il nostro rapper è italo-americano e visto che ci accingiamo ad “affrontare” un pubblico internazionale, per essere presi sul serio, è importante avere una buona pronuncia ed essere anche aggiornati sui modi di dire correnti. Molti gruppi italiani, seppur musicalmente validi, con una pronuncia da terza media sfortunatamente non vengono presi neanche in considerazione). Un’ altra modifica importante, ed interessante, è sicuramente l’ avvento dell’ elettronica che da ai pezzi quel qualcosa in più rispetto alle altre band.

NZ: METAL=RUMORE, E’ UNO DEI MOTIVI DALLA QUALE PRENDE NOME LA VOSTRA BAND. COME VIVETE L’APPROCCIO ITALIANO CON LA MUSICA DI QUESTO GENERE.

Noi siamo una delle pochissime metal band della nostra provincia. Si, spesso ci siamo sentiti dire che la nostra musica è “scrusciu” (rumore in siciliano), ma questo non ci ha mai fermato, anzi siamo sempre stati più carichi di prima. Noi facciamo la musica che ci piace, in Italia non si ha la possibilità di avere molti spazi per mettersi in gioco ma credo sia dovuto più ad un problema culturale esteso a tutti i generi musicali che un problema solo legato alla musica metal. In Italia le cover band sono quelle che hanno più spazio perché creano un minimo di business ed interesse. Tutto è legato al famoso “io ti faccio suonare, se mi porti persone”, questo ovviamente non favorisce chi vuole fare musica propria o musica sperimentale. Il concetto di andare a vedere un live spesso è legato o ad i live di musicisti o gruppi già affermati o alle cover band. Esistono addirittura agenzie di management per le sole cover band. Fuori dall’ Italia questo concetto non esiste. Le persone vanno nei posti in cui viene proposta live music indipendentemente da chi suona, vanno per divertirsi. Un paese si misura anche da quanto investe nella cultura, ma sfortunatamente in Italia (che è uno dei paesi con più opere d’ arte al mondo) non si investe nella cultura (che sia musica, teatro o altre forme di arte in generale) questo crea un deficit incredibile e molti artisti di talento preferiscono espatriare o, nel peggiore dei casi, lasciare quel sogno nel cassetto.

NZ: VI SIETE POSIZIONATI AL NUMERO 23 NELLA CLASSIFICA NAZIONALE DI REVERBNATION. PER VOI COSA SIGNIFICA E COSA AVETE FATTO PER FAR RAGGIUNGERE QUESTO RISULTATO SU MIGLIAIA DI BAND.

E’ stato un risultato davvero sorprendente se consideriamo che la demo pubblicata è stata registrata in poco meno di otto ore. L’ ultima volta che ho visto la classifica stavamo scalando addirittura la top twenty, ma c’è da dire che quella di Reverbnation è solo una delle tante chart sparse su internet, potremmo anche essere i primi ma se non hai modo di esportare la tua musica nei posti in cui possa essere veramente apprezzata, non hai comunque fatto niente. Sicuramente però vedere che la tua band è tra i gruppi che ai sempre seguito (nonostante si differenzi di molto da quest’ ultimi) ti da quello stimolo in più per fare quell’ ulteriore sacrificio che magari può fare la differenza. Siamo molto fiduciosi per l’ uscita dell’ album, visto che i pezzi hanno avuto già adesso un buon riscontro ed ora sono molto più belli di prima.

NZ: DATE UNA BUONA MOTIVAZIONE PER CONOSCERE GLI X-NOISE.

Sicuramente non siamo una band che si sente spesso in Italia. Arricchire il Nu Metal a noi caro al metal moderno, come il Metalcore o il deathcore, all’ elettronica ed all’ hip hop si è rivelata una scelta interessante e crediamo di essere riusciti a creare un sound credibile e convincente… ma per giudicarlo non potete fare altro che ascoltarci e seguirci, solo cosi potrete darci torto o ragione.

 

Grazie di cuore per il vostro spazio ed il vostro tempo da tutti gli

 

XNOiSE

 

 

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top

Get Widget